Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies. Privacy Policy

OK

Il bagno adatto ai portatori di handicap o con difficoltà motorie deve avere gli ausili progettati a norma, che rendono possibile l’utilizzo in totale sicurezza e comodità.

I wv sono studiati per avere una determinata altezza (45-50cm) dal pavimento, preferibilmente sospesi, con lo scopo di permettere il passaggio dalla carrozzina o agevolare lo spostamento della persona.

Il lavabo devo essere di tipo sospeso a mensola, preferibilmente sulla parete perpendicolare al wc. Il piano del lavabo deve essere collocato ad un’altezza di 80cm e non al di sotto con le tubazioni di carico-scarico acqua, per evitare ingombri al di sotto ed avvantaggiare l’entrata con la carrozzina. La rubinetteria deve essere dotata di comando e di corrimano o maniglione obbligatorio, sempre a 80 cm di altezza.

Gli obblighi di norma si riducono a prescrizioni sintetiche:

- Zona lavabo. Modello a mensola con bordo ad altezza minima di 80 cm dal pavimento e rubinetto a leva, spazio libero sotto di almeno 70-75cm per l’accesso dei piedi, spazio di avvicinamento deve essere di 80 cm e specchio a bordo o reclinabile.

- Zona wc. Wc con seduta a 45-50cm dal pavimento di tipo sospeso, sporgente dal muro 75/80 cm per l’accostamento della carrozzina, posizionato a 40 cm dalla parete e spazio di manovra minimo 100cm; occorrono barra ribaltabile vicino al wc e sul muro opposto il maniglione orizzontale, il pulsante di scarico e il porta-rotolo a portata di mano e il campanello obbligatorio.

- Zona doccia. piatto doccia a filo pavimento, box doccia che non interpone barriere o binari a terra oppure totalmente aperto; può essere collocato un sedile a 50 cm dal pavimento. Da prendere in considerazione il posizionamento di maniglioni di sicurezza orizzontali o verticali, a 80 cm da terra.