Questo sito utilizza cookies propri e di terze parti per migliorare la tua esperienza di navigazione.

Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookies. Privacy Policy

OK

Il principio di sovrapposizione vasca da bagno viene applicato altresì alla sovrapposizione del piatto doccia. Rinnovare una doccia con un piatto doccia rovinato non richiede nessun opera muraria in quanto non necessita rompere le vecchie piastrelle.

La caratteristica principale del piatto doccia utilizzato nella sovrapposizione è la robustezza, infatti oltre ad essere fabbricato con il metacrilico colato durante la lavorazione del fondo viene aggiunta una tavoletta di legno marino ed all’interno dei bordi sarà rinforzato da un profilo in acciaio. I vari elementi saranno successivamente impregnati in vari strati di vetroresina e lasciati ad asciugare.

Le nostre fasi di sovrapposizione piatto doccia:

Fase 1. Il preventivo. Individuare la posizione del piatto doccia esistente e determinare i perimetri dei bordi superiori facendo accertamenti riguardo la compatibilità dei modelli e delle misure di quelli da sovrapporre.

Fase 2. Smontaggio provvisorio dell’eventuale box doccia con accuratezza e se assente si potrà procedere alla misurazione dei bordi da tagliare.

Fase 3. Eliminazione vecchio scarico con conseguente sostituzione di una nuova piletta di scarico con sifone adatta al nuovo piatto doccia.

Fase 4. Taglio dei bordi del nuovo piatto doccia in corrispondenza dei muri.

Fase 5. Distribuzione omogenea di schiuma poliuretanica, permette l’adesione ed il fissaggio permanente tra i due piatti doccia.

Fase 5. Sigillo con silicone neutro a protezione antimuffa, impedisce il filtrasi dell’acqua durante l’utilizzo.